indietro

02/03/2020

Ritiro di cartucce esauste. Il servizio di Eco-Box di Lavoro Associato


Se anche tu ogni giorno hai a che fare con computer, tastiere e stampanti questo articolo riguarda proprio te. Sai cosa sono i toner? Ma soprattutto sai quale è l’iter corretto per il loro smaltimento? Leggi l’articolo: ti spieghiamo tutto.


Toner cosa sono?


All’interno di ogni stampante laser, fotocopiatrice oppure fax, ci sono delle cartucce: piccoli contenitori colmi di polveri molto sottili, composte da carbone, resine e ossidi del ferro. Durante  la stampa o la copia dei documenti, queste polveri vengono impresse sul foglio di carta, dando vita a parole, disegni, linee e colori.


Durante il processo di stampa le particelle contenute nelle cartucce vengono rilasciate nell’ambiente di lavoro, esse sono impossibili da vedere ad occhio nudo ma potenzialmente nocive per la salute. Proprio per questo motivo è stata introdotta una normativa a tutela del lavoratore e dell’ambiente. 


Cartucce esauste. Cosa dice la legge?


Secondo la legge è obbligatorio posizionare fotocopiatrici e stampanti in un’ampia stanza, ventilata, priva di elementi capaci di trattenere le polveri (ad esempio la moquette). 

Inoltre il decreto legislativo n° 152 del 2006 presta particolare attenzione allo smaltimento di cartucce e toner esausti, classificandoli come non pericolosi ma da smaltire secondo un preciso iter.


I toner non possono essere gettati nella spazzatura da chi li ha utilizzati e non c’è differenza alcuna tra piccoli imprenditori o una grande aziende: la legge vale per tutti. 

Solo i privati, con utenza domestica, li possono portare all’ecocentro.

Per smaltire toner e cartucce esauste è necessario affidare il servizio a delle ditte specializzate e autorizzate per legge.


Attenzione però non è finita qui. 

La ditta specializzata che provvederà a ritirare correttamente i toner è obbligata dalla legge a consegnarti un documento che identifica il rifiuto (Formulario Identificazione Rifiuti) e che attesta l’avvenuta presa in carico della cartuccia da smaltire. 


Per concludere l’intero iter devi conservare il FIR per almeno 5 anni.


Le sanzioni per chi non ottempera alla legge sono molto salate, ecco perché ti consigliamo di affidarti ad una ditta specializzata capace di offrirti un servizio completo.


Il servizio Eco-Box di Lavoro Associato


Lavoro Associato svolge il servizio di ritiro e trasporto di toner e cartucce esauste, per aziende, scuole ed enti pubblici. 


La nostra Cooperativa infatti è autorizzata per il ritiro, il trasporto e lo stoccaggio dei rifiuti. L'Autorizzazione Unica Ambientale 79 del 03/08/2018 ci autorizza ad effettuare lo stoccaggio, mentre l’autorizzazione VE 25483 dell’01/08/2018 ci permette di effettuare il servizio di trasporto dei  rifiuti di categoria 1 (urbani) 4 (speciali non pericolosi) 5 (speciali e pericolosi).


I nostri operatori portano nelle sedi degli uffici che ne fanno richiesta, un apposito contenitore Eco-Box che, su richiesta, verranno ritirate.


Economia circolare. Il ruolo delle aziende


In un anno a Lavoro Associato ritiriamo tra i 6.000 e gli 8.000 kg di toner. 

Di questi vengono recuperati il 30%, affidandoli ad una ditta esterna che li pulisce e ricarica. 


Abbiamo però calcolato che se le aziende e gli enti ai quali forniamo il servizio Eco-Box conservassero e ci consegnassero le cartucce imballate come all’origine, il recupero degli stessi potrebbe arrivare al 45%.  


Richiedi il servizio Eco Box


Smaltisci i toner in sicurezza e nel pieno rispetto della legge, affidati a Lavoro Associato.

Puoi contattarci alla mail ecobox@societanuova.eu e al numero: 0437 931398 per un incontro conoscitivo e gratuito.