indietro

23/12/2018

Cooperazione: il Natale in Agordino.


Cooperare è un verbo che gli agordini conoscono bene e che da sempre contraddistingue l’operato di chi vive nella conca, senza contare che quella della cooperazione pare essere sempre più spesso la strada da seguire, per trasformare le difficoltà in occasioni di scambio e di crescita.

In quest’ottica è nata la collaborazione tra la nostra cooperativa e la Cooperativa Agordino - Latteria di Vallata che si occupa della trasformazione del latte proveniente da aziende agricole dell’Agordino e della preparazione di prodotti tipici locali.


Dal 2015 Società Nuova gestisce il progetto Nuove frontiere per l'occupabilità, ad Agordo negli spazi del Centro Polifunzionale. Nello specifico questo progetto è rivolto a persone con disabilità intellettiva lieve e media le quali, all'interno di un contesto protetto, attuano un percorso personale per l'apprendimento di abilità e capacità lavorative, sviluppando i prerequisiti per essere inserite nel mondo del lavoro.

E dopo la collaborazione, ancora attiva, con la ditta Pramaor Titanium Eyewear per la quale le persone del Centro si occupano di lavorazione su minuterie di occhiali, questo Natale è partita anche la collaborazione con la cooperativa Agordino - Latteria di Vallata. Le due Cooperative si sono incontrate e insieme hanno preparato i cesti con i prodotti tipici che le famiglie, agordine e non solo, troveranno sotto l’albero.

Samuel Masoch, operatore del Centro Diurno e nel laboratorio Nuove Frontiere ci spiega: “I nostri ragazzi si sono occupati del confezionamento dei prodotti contribuendo alla preparazione dei cesti natalizi della Latteria di Vallata. Alla Cooperativa Agordino va il nostro ringraziamento per la disponibilità dimostrata e per l’attenzione con la quale ha contribuito alla riuscita di questo importante progetto che ci auguriamo sia il primo di una lunga serie”.

Roberto Chissalè, presidente della Cooperativa Agordino, si ritiene molto soddisfatto per la sinergia e la significativa collaborazione che si è creata tra le due realtà bellunesi che fanno dell'associazionismo il loro modo di lavorare.